Cosa
  • abbigliamento
  • arte
  • divertimento
  • giardini
  • giocattoli
  • libri e fumetti
  • ludoteche
  • mangiarini
  • musei
  • natura
  • piscine
  • prima infanzia
  • scuole di danza
  • scuole di lingue
  • scuole di musica
  • scuole di teatro
  • servizi
  • sport
  • teatri
Dove

Dal 2009 sono attivi a San Casciano e a Firenze laboratori di lingua inglese per bambini da 4 a 14 anni guidati da Debora Chellini, ideatrice di StoryTime, un progetto di insegnamento basato sulla tecnica dello storytelling e sull’idea del learning through experience o imparare facendo. Al centro di questa filosofia, uno stretto e indissolubile legame col territorio.
Debora è un vulcano: di idee, di entusiasmo, di conoscenze. Ha un sorriso contagioso e i modi schietti da vera toscana. È mamma e accademica insieme.

Debora, ci spieghi bene che cos’è Storytime?
StoryTime è molte cose: letture in inglese per bambini; letture in inglese dei bambini; laboratori creativi, attività walk/talk e progetti on-site, summer camps per diversi contesti e comunità legati alle risorse del territorio. StoryTime è anche un soggiorno studio di una settimana a Manchester, che propongo a partire dai 9 anni. Tutte proposte modulabili che sviluppo per privati, istituzioni e scuole.

Debora Chellini

Debora Chellini

Tra le news del tuo sito leggo “mercatino dell’usato in inglese”, “let’s go shopping!” …ma dove si tengono questi laboratori, per strada?
Esatto! Una grossa parte dei miei corsi si svolge facendo, e quindi fuori dalla classe tradizionale. Si va fuori il più possibile perché credo nell’utilizzo del territorio come strumento didattico.
“Garage sale” è un mercatino che si svolge a fine maggio nello spazio dell’anfiteatro a San Casciano Val di Pesa, all’esterno, davanti al Museo dove si svolgono i laboratori StoryTime annuali, dunque i ragazzi montano i vari stand e vendono gli oggetti sui quali abbiamo lavorato nell’ultimo mese, esercizio che permette loro di ampliare molto il loro lessico… a tutti coloro che partecipano come compratori viene consegnato un borsellino con sterline “false” e un glossario che potranno usare per interagire con i ragazzi che vendono. Se qualcuno che partecipa non sa l’inglese per niente, oltre al kit viene assegnato un tutor che li accompagnerà nel loro shopping… è molto divertente! Ci sono bambini piccoli che vengono con i carrellini della spesa… Tutto è gratuito, e i pagamenti sono virtuali con le sterline false, ma gli oggetti si portano a casa davvero. “Let’s go shopping” è qualcosa di simile, finalizzato al potenziamento del lessico legato ai negozi e alla merce.

Quali sono gli aspetti originali e/o innovativi del tuo approccio?
Innanzitutto l’entusiasmo, che porta a lavorare su tutto con grande curiosità: l’ultima invenzione è “Grammar is Fun!”: come è possibile divertirsi ed essere creativi studiando la grammatica di una lingua? Si può! facendo lavorare gli studenti in prima persona producendo elaborati, video, interviste e presentazioni aperte a coetanei e utenti interessati… sempre attivi, senza tempi morti, e grazie alla ricerca costante di insegnanti che lavorano in contesti diversi e in Paesi diversi. Inoltre l’idea dell’imparare facendo, grazie alla quale ho sviluppato laboratori di inglese per bambini in collaborazione con artigiani fiorentini per la creazione di un manufatto originale seguiti step by step da artigiano e insegnante.

Ci parli dei tuoi speciali soggiorni di studio in Gran Bretagna, in particolare quelli per bambini?
I soggiorni che propongo a partire dai 9 anni si svolgono a Manchester – Weston Hall – in un ambiente autentico, nell’area della Manchester Metropolitan University che è situata nel centro cittadino. L’esperienza ha come obiettivo il potenziamento della lingua inglese in contesto quotidiano e si fonda sull’idea del learning through experience; per cui ai partecipanti sono proposte varie attività educative/formative che presuppongono una partecipazione attiva, come i numerosi workshop con insegnanti ESL al Manchester Art Gallery e al Lowry Museum, le attività walk/talk e i progetti on-site sviluppati ad hoc insieme ad artisti e artigiani locali, gite didattiche con laboratorio e giornate di studio in scuole locali selezionate in base all’età e agli interessi dei partecipanti. I gruppi che porto sono composti da massimo 6 bambini, questo ci consente di soggiornare in una struttura con camere e cucina per fare colazione insieme e condividere ogni momento della giornata. Un’esperienza di arricchimento linguistico e culturale, in ambiente protetto e autenticamente inglese.

Vota e scrivi una recensione

Il tuo voto per questo spazio

angry
crying
sleeping
smily
cool
Sfoglia

La tua recensione dovrebbe essere lunga almeno 140 caratteri

You agree & accept our Terms & Conditions for posting this review?

building Gestisci questo posto? Reclamalo! Reclamalo!

Reclama questo spazio

You agree & accept our Terms & Conditions for posting this information?.

X