La città è dei bambini.

 
 


 
Da non perdere
 

 

Gita all’Acquario di Genova, tra pinguini e caruggi

 
Acquario di Genova
Acquario di Genova
Acquario di Genova

 
Panoramica
 

Durata Della Gita:
 
Info: www.acquariodigenova.it | www.lacittadeibambini.net | www.quarto-piano.it
 
Dove: Liguria
 
Quando: Tutto l'anno
 
Come: Nessuna attrezzatura o abbigliamento particolari
 
Perché: Una gita invernale azzeccatissima, un'ottima occasione per visitare l'Acquario più grande d'Italia. Il cuore di Genova è accogliente e perdersi per i suoi vicoli è un salto nel passato
 
Divertimento
 
 
 
 
 


 
Natura
 
 
 
 
 


 
Didattica
 
 
 
 
 


 
Relax
 
 
 
 
 


 
Voto
 
 
 
 
 
4.5/ 5


Voto dei lettori
12 voti dei lettori

 

Pollice su


Lo scorso luglio 2013 è stato inaugurato il Padiglione dei Cetacei, costituito da quattro imponenti vasche a cielo aperto per osservare i delfini. I caruggi, l'ospitalità e la genuinità genovese, l'attenzione costante per i bambini. La terrazza del b&b ha una vista mozzafiato

Pollice giù


Unico aspetto negativo è il costo del biglietto dell'Acquario, piuttosto alto: vale la pena controllare le promozioni sul sito o alcuni sconti promozionali di Trenitalia, Coop o Esselunga. Il b&b si chiama Quartopiano proprio perché... è al quarto piano di un'antica palazzina! Purtroppo non ha l'ascensore


In breve

Visitare l’Acquario di Genova è una tappa obbligata per ogni famiglia con bambini, ma è anche un’occasione ideale per visitare una città magica e perdersi tra i suoi caratteristici vicoli

5
Pubblicato il 21 aprile 2016 da

 
La recensione di Firenze Kids:
 
 
E

ra da tempo che volevamo portare nostra figlia a Genova… sarà perché è cresciuta con le ninne nanne di Fabrizio De André, sarà perché non ci siamo mai perdonati di esserci persi un incontro con Don Gallo qui a Firenze qualche anno fa o perché il desiderio di visitarla per bene dopo il 2001 non ci ha mai abbandonato… fatto sta che la città dei caruggi ci è rimasta nel cuore e aspettavamo solo l’occasione giusta… il suo terzo compleanno appunto! Basta digitare “Genova e i bambini” su Google e quello che ripetutamente salta all’occhio è l’Acquario di Genova con le sue meraviglie.
Quindi partenza destinazione Acquario!
Siamo partiti da Firenze un sabato mattina di febbraio, al freddo e al gelo, per arrivare dritti dritti al porto di Genova dove ci aspettava per guidarci in un delizioso b&b tra i caruggi della città vecchia una dolcissima signora genoana doc. Mollati i bagagli, via di corsa all’Acquario – la nana cominciava ad essere veramente impaziente! Come è noto l’Acquario di Genova è il più grande acquario italiano, il secondo in Europa (dopo quello di Valencia), e il nono nel mondo.
È possibile visitare solo l’Acquario oppure abbinarlo ai Percorsi Acquario a pagamento (Foresta dei Colibrì all’interno dell’Acquario, Acquario Village e La Città dei Bambini e dei Ragazzi a fianco alla struttura).
L’acquario con le sue vasche è visitabile in circa 3/4 ore con calma, mezza giornata secondo il nostro itinerario. La piccola nana è rimasta entusiasta: vedere da vicino il mondo di Nemo, gli squali e i pinguini che sfrecciano in acqua, i rettili e i delfini nelle vasche rischiarate dalla luce naturale o da un’illuminazione che simula la luce del giorno risaltandone le forme e i colori è stato veramente suggestivo! Preferirei che gli animali potessero vivere nel loro ambiente naturale ma all’Acquario di Genova l’impressione è stata di una grande cura per il loro benessere.

L’

altra metà della giornata è spendibile o al Museo Galata del Mare o alla Città dei Bambini e dei Ragazzi o a girovagare per le vie strette e tortuose della Genova vecchia, anche perché andare a Genova e non visitare i caruggi è un po’ come andare a Parigi e non andare sulla Tour Eiffel!
Dopo una passeggiata sul molo, da dove si possono ammirare miriadi di barche e imbarcazioni ormeggiate, siamo risaliti per i vicoletti, ci siamo persi per benino tra le viuzze scoscese e i negozietti etnici del centro storico per arrivare in via di Fossatello: ecco, questa è una sosta che consigliamo a tutti! Qui si trova infatti il Baby Bar, un locale dedicato a grandi e piccini, dove i genitori possono gustare in tutta calma il proprio caffè mentre i piccoli giocano immersi nella vasca delle palline colorate o leggono una storia dalla libreria del locale. Per i bimbi hanno delle ottime merendine fatte in casa e una grande varietà di succhi di frutta biologici!
Poi di nuovo via tra i caruggi dove tutto scorre lento e concitato, dove è facile trovare un posto per mangiare pesce (noi consigliamo in una stradina del porto il ristorante Soho, o una delle trattorie tipiche (l’insalata “cotta” e altre prelibatezze genovesi sono un must).

L

a mattina dell’indomani nuova corsa a perdifiato sul molo tra le onde del mare, il vento e le barche per arrivare a La città dei bambini e dei ragazzi, tappa obbligata per chi viaggia con un nano tra gli 0 e i 12 anni! È un posto dove tutto è dedicato alla scoperta, all’incontro tra realtà e fantasia. È divisa in tre spazi: uno per bambini 2/3 anni, un altro 3/5 anni e uno per i più grandicelli, 6/12 anni. Lo spazio per i bambini più piccoli è dedicato alla percezione del proprio corpo, attraverso un percorso, che si snoda all’interno di un bosco, con tana, grotta, anfratto e fiume, passaggi sopra-sotto, casetta costruita con i tronchi d’albero, prato e rocce e stimola sia la parte psicomotoria sia la parte sensoriale del bambino. Lo spazio 3/5 è un vero e proprio cantiere a misura di bambino con tanto di carrucole montacarichi e mattoni; un percorso dedicato all’acqua con acqua corrente da incanalare, riempire e travasare, utilizzando dighe, mulini e secchielli; uno spazio multimediale con specchi concavi e convessi, monitor e touch screen per scoprire come siamo e come possiamo cambiare aspetto alla scoperta di sé e del mondo circostante. Lo spazio 6/12 anni è invece dedicato alla scienza e alle scoperte scientifiche, dove i ragazzi possono fare divertenti esperienze alla scoperta della fisica, della biologia, della comunicazione, della tecnologia e dell’energia. Insomma, un posto dove si può tranquillamente spendere tutta la giornata. Sarà difficile portar via i bambini senza fargli versare qualche lacrimuccia…
Dopo pranzo (si può tranquillamente mangiare o all’interno della struttura o in uno dei posti convenzionati dell’Acquario Village lì a fianco) imbocchiamo la strada di casa: l’unico diversivo per chetare il pianto della nana, che di tornare a casa proprio non ne vuol sapere, è farle vedere il mare. Optiamo quindi per fare un pezzo di autostrada ma di deviare per le Cinque Terre e rientrare a Firenze accompagnati dalla vista del mare.

Contatti:
Acquario di Genova
www.acquariodigenova.it
Quando: aperto tutti i giorni
Quanto: adulti € 25,00, ragazzi (4 – 12 anni) € 15,00, bambini (0 – 3 anni) gratis, ridotto € 21,00
Come: dalla stazione Genova P. Principe a piedi in 10/15 minuti. Bus: n. 1 per Piazza Caricamento. Metropolitana fermata S. Giorgio.

La città dei bambini e dei ragazzi
www.cittadeibambini.net
Quanto: 5 € per gli adulti, 7 € per i ragazzi (3/12 anni), 0/23 mesi gratis, 24/35 mesi 5 €; oppure acquistando un biglietto cumulativo (AcquarioVillage o CittàDeiBambiniAcquario).

Baby Bar
Via di Fossatello, 1 aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00/ sabato dalle ore 8.00 alle ore 19.30. Chiuso la domenica.

B&B Quarto Piano
www.quarto-piano.it


Mariella

 
Sono romana di nascita e toscana di adozione, dopo anni spesi a viaggiare per lavoro e a contatto con persone di altre culture mi sono "fermata" in quel di Scandicci, la nostra heimat, ma continuo a viaggiare con la mia meravigliosa famiglia, facendo la mamma a tempo pieno in attesa che nasca la mia seconda bambina!



    Warning: Missing argument 4 for made_comment() in /web/htdocs/www.firenzekids.it/home/wp-content/themes/made/functions/custom.php on line 553
  1. Firenze Kids
     

    Fatal error: Call to undefined function gtcn_comment_numbering() in /web/htdocs/www.firenzekids.it/home/wp-content/themes/made/functions/custom.php on line 572